Serie C: SCAMPATO PERICOLO!

Arrivi da due vittorie d’oro (Gattamelata e Garda), guardi la classifica e vedi che il calendario ti riserva Alpo in trasferta. Noi 20 punti, loro 4. Puoi parlare di trasferta insidiosa, predicare attenzione, ma vien fuori quel certo non so che…che va alla testa. La più pessimistica delle previsioni è beh! anche se non spacchiamo, alla fine la vittoria la portiamo a casa. C’è la classifica lì in bella mostra…Approccio errato perché…il campionato è lunghissimo, Alpo è una signora squadra e non si sa perché naviga in fondo alla classifica, noi ci alleniamo non bene, non consideriamo il fattore A… e il testa-coda può rivelarsi mortale.
Ci presentiamo. Piacere sono Marta, 4 tiri liberi. Piacere sono Giada dal tiro pesante. Alpo adotta una difesa 1-3-1 che ci induce a soluzioni affrettate. Chiudono bene su Marta con supplemento raddoppio. I terminali si riducono, se Giulia è in versione diesel. Guadagnini e Gennari si incaricano di forare la nostra retina: 12-14 dopo il primo quarto di gioco. Esito negativo nei test di ben

4 difese diverse. Capiamo che Alpo non è lì per applaudire la capoclassifica, che gli arbitri sono più inflessibili con noi, permettendo difese “extra” delle padroni di casa. Lo sa bene Giorgia (manco lei in serata top), che subisce un trattamento “energico” nelle incursioni a canestro. Di contro sale il monte falli nostro, Francesca e la paletta dei 3, Marta mostra agli arbitri i segni delle cure subite, e si becca un tecnico. Non accettiamo di subire, tiriamo fuori i denti, il tiro impossibile di Aurora. E lasciamo un segno sul tabellone: 22-35 per il meritato riposo. Vantaggio top sul 22-40, gap difficile da recuperare. Ma le ragazze di Cossu si mettono la tuta da operaio, lavorano forte in difesa e con l’umiltà che a volte manca a noi, cominciano a rosicchiare punti. Bertoldi e Baciga conducono la riscossa. Adesso soffriamo. Soffriamo la loro sfrontatezza, e soffriamo la nostra difesa, quella tardiva, che ti porta facilmente al fallo. Seratina che vi raccomando, per molte. Prova opaca per Cipo, Aurora va ad intermittenza, Giada e il blocco psicologico da tiro sbagliato, difficile la risposta tattica per Davide. Al contrario, bene Elena che risponde positivamente agli insegnamenti personalizzati di Alberto. 39-44 alla terza sirena l’emoraggia di punti continua. Adesso dalla sofferenza si passa alla paura. E più hai paura….Alpo impatta e mette pure il naso avanti. Fuori per falli Francesca, Aurora a seguire. Bertoldi la mette da tre, sbianchiamo. Risponde Giulia, effetto eucalipto. Venturi due-liberi-due, meno male che Giorgia c’è. Azione da tre punti. Venturi ancora, si alza e colpisce da 3. Aiuto! E no che non moriamo. Giulia rilancia la sfida, olè! Alpo perde palla, contropiede Thermal, fallo su Giorgia, due tiri liberi. Fuori il primo mannaggia! Buono il secondo: 55-56 evvai…ma! Il cronometro concede un’ultima azione alle veronesi. Fallo verde, ancora due tiri liberi, ancora un pallone d’oro, incandescente. Il primo…corto. Lo spettro del supplementare. Il secondo...mezzo giro d’anello, beffardo. E che serva da lezione!

ALPO  55  - THERMAL 56

Alpo: De Rossi 2, Bertoldi 11, Guadagnini 14, Gaito, Baciga 12, Venturi 7, Ladel, Bevilacqua, Tomea 4, Gennari 5, Montanari, Villanova –Allenatore Cosso

Thermal: Moro, D’Erchia 4, Zecchin 7, Cusin 11, Salmaso 5, Coppo, Desiderato, Biondi 13, Grignolo, Masiero 16 –Allenatore Franceschi

  • 008
  • 009
  • 010
  • 011
  • frapel