Serie C: MARTA SHOW, VENEZIA K.O!

THERMAL 79 VIRTUS VENEZIA 35

Thermal : D’Erchia 2, Zecchin  10, Cusin 16,Gentilin E. 8, Coppo 5, Gentilin S. 2, Desiderato 2, Biondi 4, Grignolo 3, Masiero 27 – All.re Franceschi
Virtus : Deppieri, Gnocchi, Bottan 8, Ndyaie  11, Rosa 3, Corso 2, Giurin 3, Tosi 2, Bartolin 4,Meneghello 2 All.re Ballarin

Ventisettepunti, un tot più tot di tagliafuori e rimbalzi, chi si è avvicinata troppo è uscita per falli, quei pochi rilevati. Marta, oggi più che mai protagonisti della cavalcata Thermal. Abbiamo assimilato la lezione di Verona, e partiamo concentrate a dovere. Un tre su tre di Marta appena dopo la palla a due.

Venezia non è Alpo, sia chiaro, ma le insidie non guardano i punti in classifica, le moltiplicazione delle forze, per battere la capolista, saranno il leit motiv anche delle prossime partite. Domenica scorsa l’abbiamo scampata bella, stasera l’attenzione è alta, dal primo minuto.  Il pivot Ndiaye si erge a baluardo della causa veneziana. 6-2, 10 a 7 un paio di parziali iniziali. Davide si arrabbia perché giochiamo un po’ naif, e gli schemi ripetuti in allenamento non si vedono proprio.. E’ Giorgia che rimette un po’ di ordine, infila un paio di canestri, ed Erika, in gran serata ci porta sul 16 a 9 al primo giro di sirena. Tecnicamente siamo un gradino sopra le avversarie, a volte ci perdiamo poi ci ritroviamo, un tantino sincopati. La nostra squaw BracciadiGesso è il nostro sesto uomo in campo. Eddaje co sto tamburo...Dobbiamo rompere la gara, creare un vuoto tra noi e loro, senza doverci trovare punto a punto nel finale. Non sempre è domenica....ma è sempre Giada, 6 punti in un amen, da dietro la curva lunga, e due liberi per un riposo più tranquillo.36 a 23 per la dose giornaliera di "carne per tutte" . L'importante è tenere viva la concentrazione, e Davide lo trasmette. Terzo tempo con le veneziane costrette a tiri improbabili o a "morire con la palla in mano". Risultato della nostra difesa, ora reattiva a dovere, indipendente dalle versioni che scioriniamo e no dipendenti da chi sta nel quintetto. Buon segno. Se giocano crescono, oggi si può aumentare il minutaggio e il grande impegno di tutte è una bella risposta.

Facciamo largo sotto ai rimbalzi, diminuiamo le distanze con l'attaccante diretto. 16 a 4 il parziale. sembra fatta. il varco diventato cratere, 52-27 dovremmo proprio farci del male. Ancora Marta e Giorgia amiche strette del canestro, e battesimo a referto per Chiara, la brontolona della banda, che da un contributo importante anche fuori dal rettangolo, C'è più spazio per Elenina, per confermarne le doti di gran lottatrice. Punteggio alto, quasi 80 punti, e che mancano quelli di Giulia (solo 4) rimasti attaccati alle dita. Se non va in doppia cifra il giudizio è poco positivo. C'è dappertutto, lotta in difesa e sotto le plance, è una stazione obbligata dei percorsi offensivi, sia contro la difesa individuale che contro quella schierata. Arrivare più tranquilla al momento del tiro, più equilibrata dalle gambe alla testa, potrebbe essere già un buon passo avanti. I punti nelle mani ci sono, facciamo brillare questa retina. E' un bisogno primario per tutta la squadra. 

Saltato a piè pari l'ostacolo Venezia, domenica l'imprevedibile Reyer. Gattamelata conquista Mirano, e lì sopra ci siamo noi. Bella responsabilità

  • 008
  • 009
  • 010
  • 011
  • frapel