Serie B: Ma quanto è dura la salita!

THERMAL  53 RHODIGIUM  68
Sarà anche dura la salita, ma ieri, forse accecati da smisurata fiducia nelle Raga, abbiamo visto un barlume di sole. Si! un approccio più positivo, un ritrovato senso di squadra, una voglia di uscire dal terreno paludoso di una classifica che non ammette giustificazioni. Non tragga in inganno lo scarto finale. E’ stata una partita vera, contro un Rovigo primo in classifica, che mette in campo un poker d’assi. La partenza dice che ci siamo. Ribattiamo colpo su colpo alle bordate di Ferri e Pegoraro. Al 5’ una svolta: Davide protesta, fallo tecnico….”Mah!”. Espulsione del coach. Sic! A dire “grigio” frettoloso, si rischia di giustificarlo. Decisione proprio fuori luogo, che non può che avere ripercussioni. Lello prende in mano le redini, 18-20 al primo stop. Buona media punti e bavaglio difensivo che funziona. Marta torna “cattiva”, Giulia concentrata, ma lì sotto siamo in deficit di centimetri e peso. Lo sappiamo. Le maglie difensive si allargano e Rovigo occupa l’area e si prende l’inerzia della gara (27-36 al riposo lungo).
Le statistiche dicono che caliamo nelle seconde metà gara, ma gli exit poll vengono smentiti. Thermal senza paura, deciso, grintoso, e con un break di 7 a 0 riavvolge il nastro del match. Pegoraro non ci sta, e sale in cattedra. Penetrazioni, punti ed assist. Da serie A, ancora. Stoppa si fa riconoscere, Ferri

domina le plance e Furlani firma canestri importanti: le quattro dell’ Ave Rhodigium. 38-51 agli ultimi 10 minuti, e gara segnata? Lello dà fiducia ad Aurora, che stasera non delude, anzi. In due giri di  cronometro 6 punti, 2 assist e 2 palle recuperate e ci rimettiamo in carreggiata. Rovigo non si fa prendere dal panico, né da noi. E’ il momento di Stoppa, nelle vesti di serial killer. A 3’ dalla sirena, il gap sono 10 punti e palla in mano verde. Lello si affida alle nostre bocche da fuoco, ma spariamo le ultime cartucce a salve. Abbiamo fatto sudare Rovigo, abbiamo riaperto per due volte la gara, abbiamo mostrato segni evidenti di miglioramento. Non abbiamo vinto, non abbiamo fatto punti in classifica. Con lo stesso approccio, con la stessa mentalità andiamo a giocarci la salvezza nelle prossime 4 gare prima di Natale: Montecchio, Rivana, Pordenone, Muggia. Almeno sei punti prima del giro di boa. “Da stasera punto di ripartenza!” parola di Giada. C’è da fidarsi!

Thermal : D’Erchia, Destro F. 4, Zecchin 6, Cusin 4, Salmaso 9, Coppo, Gentilin S, Biondi 10, Destro M 11, Morpurgo, Santinello, Masiero (k) 9 All.re Franceschi 

Rhodigium: Bergamin 5, Malin 2, Vaccarini 3, Stoppa 13, Veronese , Masarà, Ferri 16, Furlani 11, Cappellato (k), Gugnolato, Pegoraro 18  All.re  Frignani

(18-20; 27-36; 38-51)

T.L.  Thermal 7/11 ; Rhodigium 13/22

Arbitri: Tondato e Zentilin

  • 008
  • 009
  • destro-pic
  • evo
  • fai
  • fidia
  • frapel
  • prix
  • roemerkeller